L’accordo tra Israele e gli Emirati Arabi Uniti per la normalizzazione delle relazioni diplomatiche è un successo dell’Amministrazione Usa. Il Presidente Donald J. Trump ha in mente di trasformare l’alleanza tra lo Stato ebraico e le monarchie sunnite del Consiglio di Cooperazione del Golfo in un assetto geopolitico semi-permanente. Usa, i sunniti e Israele hanno formato un cuscinetto regionale per contenere le ambizioni dell’Iran nella mezzaluna sciita. Ma anche la convergenza economica può giocare un ruolo: il calo del prezzo del greggio e la tecnologia israeliana per lo sfruttamento delle aree desertiche sono un incentivo al processo di pace. Il piano Trump è ora credibile e guadagna momentum. Il calce il link all’articolo di Andrea d’Amico, analista di Italia Atlantica.

https://www.affaritaliani.it/blog/italia-atlantica/accordo-israele-emirati-arabi-uniti-il-nemico-del-mio-nemico-mio-amico-689772.html?refresh_ce