Il Foreign Secretary Dominic Raab ha parlato ieri con il Ministro degli Esteri italiano Luigi Di Maio per discutere delle importanti opportunità di collaborazione tra Regno Unito e Italia nel 2021. Per effetto delle presidenze di turno dei fora multilaterali, in particolare G7, G20 e COP26, Londra e Roma si trovano nella condizione di poter formulare l’agenda internazionale; e, se opportunamente coordinate, amplificare la propria capacità di influenza congiunta.

In merito alle presidenze parallele del G7 (Regno Unito) e del G20 (Italia), Raab e Di Maio hanno identificato nella ripartenza dell’economia la priorità politica e convenuto sulla necessità di assumere la responsabilità condivisa di favorire una ripresa dal Covid-19 che sia pulita, verde e sostenibile.

In riferimento al COP26 – che il Regno Unito ospiterà in partnership con l’Italia l’anno prossimo – i due ministri ambiscono a rilanciare lotta ai cambiamenti climatici proprio a partire dall’appuntamento di Edimburgo. Entrambi, tuttavia, attendono di valutare gli impegni che verranno presi dai Paesi membri del G7 e del G20 al Climate Ambition Summit del 12 dicembre prossimo, organizzato in partnership da UK e ONU.

Raab e Di Maio hanno discusso anche di Mediterraneo orientale, accogliendo con favore il recente annuncio del cessate il fuoco in Libia. Nel farlo, hanno inoltre ribadito il loro sostegno al Libyan Political Dialogue Forum, in cui il popolo libico prenderà accordi sul futuro quadro istituzionale del Paese.

Articolo precedenteConfimpresa Italia a sostegno delle PMI
Articolo successivoTaglio Iva necessario ma non sufficiente. Altre idee
Avvocato, manager e giornalista. Allievo del 198° corso alla Scuola Militare Nunziatella, ha conseguito la laurea all'Università di Roma Luiss, il Master of Laws alla New York University e il Juris Doctor alla Columbia University di New York. E’ Avvocato; Solicitor (England & Wales); Attorney at Law (New York); e appartiene all’Ordine dei giornalisti della Lombardia. Ha esercitato la libera professione in USA (Sullivan & Cromwell) e assunto ruoli manageriali in UK (Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo; BlackRock). Ha pubblicato "L’altra Brexit" (Milano Finanza, 2018); è editorialista Brexit per il quotidiano finanziario Milano Finanza; opinionista geopolitico per il canale televisivo finanziario Cnbc. Direttore responsabile della Voce Repubblicana.