In America si é svolto e continua a svolgersi, un dibattito scientifico molto serrato sulla pandemia, non fosse  che principalmente lo stesso avviene su riviste specializzate.

Il governo statunitense ha incaricato una eccellenza della virologia mondiale quale Fauci e nell’opinone pubblica nazionale pesa solo quello che dice Fauci, tanto che il contrasto con Fauci é costato a Trump un prezzo elettorale elevato.

In Italia ci si é guardati bene dall’indicare una simile autorità, ci si é rimessi, meglio non chiedere perché, alla protezione civile. La conseguenza é che anche chi dirige un ospedale e mai ha visto in virus in vita sua, si sente di dover occupare le televisioni militarmente.

Il professor Crisanti per lo meno ha dato prova di capacità nel contenere il contagio in Veneto quando il governo affondava in Lombardia.

Più che la scienza aiuta la geografia e la tempistica. Se tu isoli subito una piccola cittadina come  Vo e troppo tardi un’area estesa come il lodigiano, si spiega tutto con la logistica.

Per salvare la Lombardia occorreva fare ad Alzano e Nembro quello che Crisanti ha fatto a Vo e che certo non potevi fare nell’ intero lodigiano.

L’isolamento funziona a Wuahan dove sei circondato dalle risaie e non dove non sai nemmeno dove inizia esattamente il comune concomitante.

Crisanti ha ottenuto quindi un meritato successo tanto che il governo gli ha chiesto di redigere un piano preventivo, fra l’altro mai applicato. Si sa, il governo aveva altro a cui pensare, gli stati generali ad esempio.

Questo non significa che Crisanti dimostratosi formidabile nel gestire la crisi in Veneto, sia anche in grado di  progettare  la fase di vaccinazione. Visto poi che questa non é proprio la sua competenza, Crisanti é infettivologo, non virologo, la sua opinione, per quanto importante, non dovrebbe essere rilevante.

Ma quando il governo mette a capo della crisi Arcuri, e abbiamo visto i suoi uomini in Calabria, chiunque si sente in dovere di dire la sua. Crisanti é persino un eroe sul campo.

Per cui prepariamoci ad una diatriba infinita anche per i prossimi mesi dove la confusione riuscirà persino ad aumentare. Ad esempio, non si é finito di biasimare l’opinione del bravo Crisanti che c’è già un altro scienziato pronto ad assicurare che il vaccino non piegherà il virus. Accendete la TV.