Possiamo quasi escludere che il governo cada sulla gestione dei finanziamenti europei. La cosiddetta cabina di regia spetta alla Presidenza del Consiglio, le si può chiedere solo responsabilità e trasparenza. Se invece parte della maggioranza non si fidasse delle capacità di gestione, male avrebbe fatto a dare la fiducia ad un Presidente del Consiglio che non se ne mostrerebbe degno.

Da come la si rigiri, i partiti di maggioranza, avrebbero più danni che vantaggi dalla crisi di governo.

Il ministro Bellanova ha detto che la nostra é una Repubblica parlamentare e che il Parlamento deve essere coinvolto. Il buon ministro dimentica che il governo sulla base di un codice della protezione  civile, pensate un po’, ha chiesto una delega al parlamento ed il parlamento gliela ha incredibilmente concessa senza nemmeno indicarne il  termine, visto che la maggioranza questa delega se la proroga ogni volta.

Perché mai un governo che decide dall’alto della salute e dei diritti di tutti, dovrebbe  gestire dal basso i piani ed i finanziamenti per rilanciare il paese? Forse che l’emergenza si é conclusa, o che il governo ha ultimato il suo mandato? Che servirebbe un nuovo governo?

Non é questo il problema in discussione. Lo stesso Renzi ha detto che lui non intende lamentarsi della concentrazione del potere ed infatti non può farlo una volta che l’ha concesso e prorogato. Egli vuole solo discutere della competenza. Ma benedetto figliolo, vuoi forse dire che hai consentito che il potere si venisse  a concentrare nelle mani di un incompetente?

Non vi sarà una crisi politica della maggioranza perché ve ne é una costituzionale permanente di cui nemmeno si sono accorti. Quando se ne accorgeranno non verrà giù il governo, andranno a pezzi i partiti che hanno concesso un tale scempio.