Nella serata di ieri, il Primo Ministro Boris Johnson ha parlato al telefono con il Presidente degli Stati Uniti, Joe Biden.

Dopo le congratulazioni di rito per l’insediamento alla Casa Bianca, i due leader hanno rinnovato l’impegno a lavorare per il rafforzamento della relazione speciale.

Johnson ha accolto con favore la decisione del POTUS di rientrare nell’accordo di Parigi sul cambiamento climatico e nell’Organizzazione mondiale della sanità. Gli USA hanno anche deciso di aderire al programma COVAX, lanciato dall’UK, che prevede la collaborazione internazionale per finanziare un accesso equo ai vaccini anche ai Paesi in via di sviluppo.

Il Presidente e il Primo Ministro hanno convenuto che la crisi globale indotta dalla pandemia di coronavirus è anche un’opportunità senza precedenti per ricostruire un modello di sviluppo sostenibile. Johnson, in particolare, ha ricevuto dal Presidente Biden l’assicurazione di replicare da parte USA l’impegno britannico a raggiungere Net Zero entro il 2050.

Basandosi sulla lunga storia di cooperazione del Regno Unito e degli Stati Uniti nel campo della sicurezza e della difesa, il Presidente e il Primo Ministro hanno ribadito la centralità della relazione speciale nell’alleanza della NATO e nella promozione dei valori condivisi, a partire dal rispetto dei diritti umani e della democrazia.

Il Presidente ha infine convenuto sui benefici di un accordo di libero scambio USA/UK, e il Primo Ministro si è detto disponibile a prioritizzare il lavoro sul trattato commerciale bilaterale. USA e UK lavoreranno a stretto contatto sui principali temi dell’agenda internazionale in vista del G7, G20 e COP26 in programma quest’anno.

(Foto: gov.uk)

Articolo precedenteIl delirio di Sala, “Greta Thunberg come Anna Frank”
Articolo successivoMilano, un’amministrazione solo tasse e divieti
Avvocato, manager e giornalista. Allievo del 198° corso alla Scuola Militare Nunziatella, ha conseguito la laurea all'Università di Roma Luiss, il Master of Laws alla New York University e il Juris Doctor alla Columbia University di New York. E’ Avvocato; Solicitor (England & Wales); Attorney at Law (New York); e appartiene all’Ordine dei giornalisti della Lombardia. Ha esercitato la libera professione in USA (Sullivan & Cromwell) e assunto ruoli manageriali in UK (Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo; BlackRock). Ha pubblicato "L’altra Brexit" (Milano Finanza, 2018); è editorialista Brexit per il quotidiano finanziario Milano Finanza; opinionista geopolitico per il canale televisivo finanziario Cnbc. Direttore responsabile della Voce Repubblicana.