Oggi più che mai abbiamo bisogno di menti e cuori che ci accompagnino nel futuro, per non restare schiacciati dal presente.

L’Intelligence Week, che si aprirà il 17 maggio a Milano in streaming su piattaforma Zoom, coltiva questa ambizione con un obiettivo ben chiaro: contribuire al rilancio del paese, in questa nostra transizione dolorosa e frenetica, verso un domani incerto.

Organizzato dalla Vento & Associati, con la collaborazione di Corte Sconta e Dune e con il patrocinio di Regione Lombardia, l’I-Week sarà una sei giorni senza respiro, con ventisette talk e decine di opinion leaders, esperti di settore, imprenditori, innovatori, decision makers, rappresentanti delle istituzioni e del mondo politico, giornalisti, scrittori, analisti che ci offriranno una visione prospettica.

Il programma dell’I-Week è un viaggio immersivo non solo nel mondo dell’intelligence, come il titolo suggerisce, ma nei complessi scenari che domani governeranno le nostre vite: l’intelligenza artificiale, i sistemi che creano conoscenza, i lati oscuri del mondo digitale, le guerre cognitive, i giacimenti di dati, le infrastrutture dell’informazione e dell’energia.

Centrale è anche la funzione culturale dell’evento: divulgare la cultura dell’intelligence nel nostro paese e valorizzare le nostre enormi risorse culturali.

Del resto siamo il paese che ha inventato il primo codice cifrato: il leggendario “cifrario di Cesare”, con cui il condottiero romano, secondo Svetonio, usava criptare le sue comunicazioni militari.

Lo sguardo si allargherà poi alla letteratura di genere, al cinema ed al teatro, per dare ampio respiro alle riflessioni dei relatori e per entrare nella dimensione cognitiva dell’immaginario collettivo.

In apertura vi saranno il messaggio istituzionale della Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, e gli interventi del Prorettore dell’Università degli Studi di Pavia, Giampaolo Azzoni, e del Presidente Commissione Attività Produttive di Regione Lombardia, Gianmarco Senna.

L’Intelligence Week non vuole essere uno dei tanti eventi web, ma diventare un momento di incontro permanente che sappia indicare strade percorribili ai decisori, pubblici e privati; vuole porsi come momento di confronto e diagnosi strategica per i settori portanti del nostro paese.

Viviamo infatti, oggi, una fase storica inedita, un momento di epocali cambiamenti, cui l’emergenza sanitaria ha impresso un’ulteriore accelerazione.

Chi conosce Raymond Kurzweil e la sua controversa teoria della singolarità, non può che provare un brivido inquietante: secondo lo scienziato statunitense, stiamo entrando in un tempo velocissimo nel quale gli avanzamenti tecnologici avverranno con una rapidità tale che l’essere umano ordinario non riuscirà più a tenerne il passo, venendo tagliato fuori dal ciclo primario della Storia.

Proviamo a sostituire agli esseri umani le nazioni e chiediamoci: Il sistema-Italia è pronto ad abitare questo domani? Ha le risorse per governare questo futuro accelerato?

La sei giorni, caparbiamente voluta da Andrea Vento, fondatore della V&A, ci aiuterà a rispondere a questi cruciali interrogativi.

Per iscriversi basta cliccare su https://i-week.it/ e scegliere i talk ai quali assistere.