La polemica sui vaccini ha assunto un retrogusto penoso. Il presidente Macron non si è presentato come un anno fa al popolo francese dicendo che lo avrebbe chiuso in casa. Ha detto invece il contrario, ovvero, vaccinatevi e tornerete liberi. Sotto un profilo formale si può discutere fin che si vuole del baratto fra cure mediche e libertà individuali, ma sotto un profilo sostanziale bisogna considerare che la cura dura il tempo di un’iniezione con un ago. Il lock down non aveva un termine, ricordiamo i continui rinvii del governo italiano, il “salviamo il Natale”, “salviamo il capodanno, “salviamo lo sci”. “Salviamo la Pasqua”. Rinchiusi pure a Pasqua. Ancora non si capisce poi a cosa servisse questo lock down visto i morti che si sono contati con le varie misure restrittive, e l’ Italia del governo Conte aveva raggiunto un bel record, 900 al giorno, quando non si poteva nemmeno circolare per strada dopo le 22.

Questo regime medievale, privo di qualsiasi presupposto scientifico, accompagnato dal gracidio insopportabile degli esperti in prescrizioni ai cittadini, questa ordalia di clausura, croce e morte, con il suo sacerdote di turchin vestito che compariva la notte in televisione ad illustrare i dettagli, vedete solo i congiunti, tenete i bambini chiusi in casa, non baciatevi per strada, si è conclusa solo grazie ai vaccini. Grazie ad una comunità scientifica che invece di stare a dire a noi ogni giorno come ci dovevamo comportare e poi prendersi a stracci in faccia per le diverse convinzioni, ha sgobbato in laboratorio ed ha trovato l’antivirus. L’antivirus, lo si vede dai dati, funziona. Ovviamente non garantisce la purezza della razza umana, qualcuno è tornato a pretenderla, ma riduce i rischi clinici che abbiamo conosciuto in quest’ultimo anno. Praticamente i casi recenti di ospedalizzazione riguardano solo i non vaccinati, la mono dose che è servita a procedere più speditamente nella salvaguardia della popolazione ha delle contro indicazioni, ma nel complesso il sistema tiene.

Poi si potrà discutere se vaccinare i minorenni, ma questo è un aspetto secondario rispetto ai risultati ottenuti finora, tali per i quali appunto si vede una via d’uscita a quello che era divenuto sempre più un vicolo cieco in cui quasi tutta l’Europa, l’America no, si era spinta biecamente.

Esiste una comunità scientifica vera che si è imposta ai buffoni da avanspettacolo e abbiamo oggi un governo capace di affidarglisi. Oltretutto finalmente tutti i criteri costituzionali per provvedere alla bisogna sono stati ottemperati. Per questo vedere chi non protestava per il lock down, insorgere contro i vaccini è un po’ come vedere il feudalesimo voler uscire dalla tomba. Gettateci più terra sopra.